Un po' (molto po') di me

La mia foto
Sono una wannabe-molte cose: giornalista, fotografa, animatrice, interprete, scrittrice, designer. O per meglio dire sono una WANTED TO, visto che ho scelto una carriera da creativa che mi ha portato al niente disoccupazionale. MA sono anche: figlia unica (e assenteista), moglie mutevole; riciclona seriale con tendenza compulsiva all'ammucchio negli angoli, amica leale, tendente alla puntualità cronica e alla lacrima+sigaretta, professionalmente impeccabile. Contraddittoria e mutevole. Cinica e creativa. Stronza, nella maggior parte dei casi.

martedì 15 luglio 2008

Questioni estetiche


L'amore non è bello se non è litigarello... e il rapporto con l'amante, anche lui sottostà a certi dettami di tradizione-senso comune-saggezza popolare?
Vabbè. Soprassediamo.


Oggi il cavaliere senza macchia e senza paura mi sclera addosso per quello che ho addosso. Cioè, nell'ordine: Top a bretellina sottile con scollo a V e taglio impero, in cotonina bordeaux; Longuette nera a tulipano; Giacchina bianca di cotone con revers stondati e taschine applicate; Occhiali da sole "a mosca" bianchi; Scarpe chanel bianche con zeppa non assassina; Borsa bianca coordinata.

Ora: cos'avevo di male? "Troppa mercanzia in bella vista". Cristo, ha mai visto una battona dal vivo? IO metto in mostra la mercanzia? Ho una quinta, va bene: sarebbe visibile anche sotto una polo da uomo. E poi questo è il mio abbigliamento, quello che in tanti anni ho imparato a vivere, e a viverci dentro, senza troppi complessi-da-culone-e-coscione. Valorizzo i punti giusti, mimetizzo quelli che mi rendono goffa. QUESTA E' LA MIA IMMAGINE, ci lavoro e ci passo il tempo libero: non esiste che qualcuno possa sindacarci sopra. Se non vuole una donna con le tette al vento può trovarsi una portatrice sana di seconda di cui la "mercanzia" non verrà mai esposta nemmeno in caso di bikini.

E non venitemi a dire che la donna impegnata deve essere castigata.


Io le tette le ho, vivaiddio, e sfruttarle un po' per rendermi più accattivante non è un peccato mortale, è solo questione di stile come lo è il suo abbigliamento pupazzodineved'inverno/scouttredicenned'estate. Mancano giusto la carota nel primo caso e il fazzoletto al collo nel secondo.
Oh, quante avrei da dirgliene su questo, e su come deve imparare a gestire la propria immagine in modo diverso (a meno che non voglia fare l'elettrauto o il raccattapalle tutta la vita). Ma Lui è un pupazzo/scout, anche molto arcobaleno - aaaargh!!. E vuole la donna liscia come un uovo ma non si degna di separare a monte le sopracciglia a riga unica che ha. E vuole essere adulto ma alla sua età veste ancora come un liceale e si fa la barba ogni 10 giorni per pigrizia. Non ha nulla da valorizzare (a parte qualcosa... ma non è il caso di farlo pubblicamente) e non vuole valorizzare nulla di sè, vuole stare comodo.


La comodità non paga nemmeno con 40 gradi e in mezzo al traffico però. Io l'ho capito, Lui no.

7 commenti:

  1. odio gli uomini quando sindacano sul look...ma cosa ne potranno mai capire??e poi un pò di scollatura non ha mai fatto male a nessuno

    RispondiElimina
  2. Ma sì, avrà dato aria alla bocca! Avere un bel paio di tette non è una fortuna di tutte (io per prima), perciò se non le valorizza chi se lo può permettere, cosa ce ne facciamo di questo magnifico simbolo di femminilità? Lo buttiamo nel cesso?!
    E poi da come lo descrivi, meglio per lui che taccia e lasci perdere!Vai tranquilla che sei splendida così!

    RispondiElimina
  3. Sono uscito, una volta , con un ragazzo che, durante una serata ha coperto quell'angolo di pelle che possono far intravedere due bottoni slacciati della camicia, con una pashmina, dicendo che ero troppo scollacciato. In compenso, lui sembrava me in quarta elementare, mancavano giusto i calzini bianchi che uscivano dai sandaletti Kickers: Pantaloni di velluto blu, camicia a quadri bianca e blu, pullover smanicato scollo a v, blu, anche quello. Tesoro mio, a volte credo che il fatto che la gente non ci capisca sia la nostra fortuna. E comunque, sembrerà una ripetizione, ma se avessi due tette come le tue le sbatterei in faccia a chiunque, altro che te. (Ok, ok, sono una baldracca, sono una baldracca.)

    RispondiElimina
  4. ciao, eccomi da te. sto cercando ancora di capire qualcosa della tua vita. simpatica, vero?
    è che sono curiosa e non seguendoti cerco di capire. Innanzitutto hai l'header come il mio e sei pure gemelli come me. Oh, quante cose in comune. Mi manca di capire dove stai.
    quanto alle tette, a volte io mi vergogno, se me lo fanno notare persone che manco mi conoscono (tu parlavi d'altro, lo so) e il mio ragazzo si ingelosisce, ma a me piace stare scollata d'estate. Ho una quarta e sinceramente mi piace averla, no?

    RispondiElimina
  5. ehi, ma ti tocca rispondermi! ricordati che è bon ton!  baci.

    RispondiElimina
  6. ah, ti ho risposto sul mio blog. ciao

    RispondiElimina
  7. @biagina: Se riesci a capire qualcosa della mia vita fammi un fischio così me la spieghi :-))
    Comunque i dati per inquadrarmi inizi ad averli, ti aggiungo che sono nata a sud e vivo al nord, in Piemonte - regione freddina ma con i suoi perchè. Altra tessera del puzzle che si compone...
    Alla prossima!

    RispondiElimina

dimmi, dai... anche se devi insultarmi o darmi della cretina...