Un po' (molto po') di me

La mia foto
Sono una wannabe-molte cose: giornalista, fotografa, animatrice, interprete, scrittrice, designer. O per meglio dire sono una WANTED TO, visto che ho scelto una carriera da creativa che mi ha portato al niente disoccupazionale. MA sono anche: figlia unica (e assenteista), moglie mutevole; riciclona seriale con tendenza compulsiva all'ammucchio negli angoli, amica leale, tendente alla puntualità cronica e alla lacrima+sigaretta, professionalmente impeccabile. Contraddittoria e mutevole. Cinica e creativa. Stronza, nella maggior parte dei casi.

giovedì 14 ottobre 2010

Faziosa e gongolante

Sono quasi monotematica, ma che ce devo fà.

Quando il diamante si chiama Marco Mengoni.

Marco Mengoni, che dir si voglia, è un fuoriclasse. Uno che ti cambia lo Show, come Maradona vinceva le partite da solo. Uno che, nonostante le malelingue, è riuscito a farsi i fattacci propri, proteggendo il Marco che vive dietro le telecamere (sì proteggendo, non nascondendo) con assoluta capacità artistica di creare il dubbio intorno a sè, come solo i Maestri di un tempo sapevano fare. Mengoni è l'anti copertina. E' uno a cui frega poco dell'apparenza e di tutte le cazzate che ne derivano. Sempre a testa bassa, occhi timidi che non sanno dove guardare, spalle dimesse in segno di rispetto. L'umiltà autentica di chi è grande, e forse non sa ancora di esserlo. Mi auguro che possa maturare e perfezionare il suo stile, magari con melodie meno commerciali, che (ahimè) gli derivano un po' dalla provenienza televisiva, ma soprattutto da un Paese che punta molto su una discografia leziosa e acchiappadodicenne. Quando si distaccherà dalle consuetudini di marketing e i suoi produttori gli lasceranno carta bianca, diventerà il numero uno in Italia. E forse, anche un po' più in là. 
Sale sul palco e se ne va, lui se ne va, chissà dove, mentre canta. E' bambino, è uomo, è ragazzo, è adulto, è cantante, è mattatore.
Mantieni il diamante dentro di te, Marco, e non venderlo mai. A nessun prezzo.



Guai a chi lo tocca, quel bambino adulto.
Se l'è guadagnato tutto, anno dopo anno, passo dopo passo, il rispetto. (cit. Fabri Fibra e quel nugolo di bocche parlanti)

mercoledì 13 ottobre 2010

Non sto nella pelle

E' iniziata la lunga, lunghissima compilazione!
(non del CUD... ma della wishlist natalizia)
E il mio cervello è in pappa!
Quindi, viste un po' di cose, soprattutto la mancanza di tempo e di dinè del Consorte e affini (ricordiamoci che sto vivendo tra gli scatoloni e che preventivo almeno metà del mio contocorrente per le spese necessarie nella nuova magione) ('fanculo!), mi permetto di sognare.


Con delle fikissime wishlist tematiche.
Pronte con la prima?
BORSEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE


 by Lanvin      

 by Jil Sander

borsa nutella by Gilli/Ferrero, ed. limitata

coccinelle borsa by Coccinelle 

 Electrolux E-Bag by Electrolux Design Lab 2008 (è una borsa cinetico-termica ma io la userei anche per l'aperitivo!)

 by Marc Jacobs 

  by Momaboma

Notare che non ho messo i prezzi... non voglio saperli... tanto non me ne ariverà manco una!