Un po' (molto po') di me

La mia foto
Sono una wannabe-molte cose: giornalista, fotografa, animatrice, interprete, scrittrice, designer. O per meglio dire sono una WANTED TO, visto che ho scelto una carriera da creativa che mi ha portato al niente disoccupazionale. MA sono anche: figlia unica (e assenteista), moglie mutevole; riciclona seriale con tendenza compulsiva all'ammucchio negli angoli, amica leale, tendente alla puntualità cronica e alla lacrima+sigaretta, professionalmente impeccabile. Contraddittoria e mutevole. Cinica e creativa. Stronza, nella maggior parte dei casi.

giovedì 14 ottobre 2010

Faziosa e gongolante

Sono quasi monotematica, ma che ce devo fà.

Quando il diamante si chiama Marco Mengoni.

Marco Mengoni, che dir si voglia, è un fuoriclasse. Uno che ti cambia lo Show, come Maradona vinceva le partite da solo. Uno che, nonostante le malelingue, è riuscito a farsi i fattacci propri, proteggendo il Marco che vive dietro le telecamere (sì proteggendo, non nascondendo) con assoluta capacità artistica di creare il dubbio intorno a sè, come solo i Maestri di un tempo sapevano fare. Mengoni è l'anti copertina. E' uno a cui frega poco dell'apparenza e di tutte le cazzate che ne derivano. Sempre a testa bassa, occhi timidi che non sanno dove guardare, spalle dimesse in segno di rispetto. L'umiltà autentica di chi è grande, e forse non sa ancora di esserlo. Mi auguro che possa maturare e perfezionare il suo stile, magari con melodie meno commerciali, che (ahimè) gli derivano un po' dalla provenienza televisiva, ma soprattutto da un Paese che punta molto su una discografia leziosa e acchiappadodicenne. Quando si distaccherà dalle consuetudini di marketing e i suoi produttori gli lasceranno carta bianca, diventerà il numero uno in Italia. E forse, anche un po' più in là. 
Sale sul palco e se ne va, lui se ne va, chissà dove, mentre canta. E' bambino, è uomo, è ragazzo, è adulto, è cantante, è mattatore.
Mantieni il diamante dentro di te, Marco, e non venderlo mai. A nessun prezzo.



Guai a chi lo tocca, quel bambino adulto.
Se l'è guadagnato tutto, anno dopo anno, passo dopo passo, il rispetto. (cit. Fabri Fibra e quel nugolo di bocche parlanti)

7 commenti:

  1. io ADORO Marco Mengoni, lo trovo veramente un fuoriclasse. Spero riesca davvero a trovare una collocazione discografica adatta alle sue capacità; se lo meriterebbe sul serio.

    RispondiElimina
  2.  Si merita tanto successo...solo per il suo essere diverso e la sua umiltà!
    grande..

    RispondiElimina
  3. sono d'accordo.un talento del genere merita ben altri testi. anche se la canzone che ha cantato i puntata martedì a me non dispiace x niente.

    RispondiElimina
  4. @ Lectra:
    A me sì, sinceramente, La trovo gigiona e, come dire, melensa, acerba. Ma uno come lui, non ricordo chi lo disse, può cantare anche l'elenco telefonico e farne un'opera d'arte.

    RispondiElimina
  5. ...e quanto ti ho pensata martedì sera mentre era ad "X-Factor"... ragazzo perbene ed adorabile... oltre che come sempre splendido... 

    RispondiElimina
  6. concordo mi piace moltissimo stile e vogliamo parlare della voce?bellaaaa

    RispondiElimina
  7.  Ciao ...è un pò che non ti leggo..tutto ok?

    RispondiElimina

dimmi, dai... anche se devi insultarmi o darmi della cretina...