Un po' (molto po') di me

La mia foto
Sono una wannabe-molte cose: giornalista, fotografa, animatrice, interprete, scrittrice, designer. O per meglio dire sono una WANTED TO, visto che ho scelto una carriera da creativa che mi ha portato al niente disoccupazionale. MA sono anche: figlia unica (e assenteista), moglie mutevole; riciclona seriale con tendenza compulsiva all'ammucchio negli angoli, amica leale, tendente alla puntualità cronica e alla lacrima+sigaretta, professionalmente impeccabile. Contraddittoria e mutevole. Cinica e creativa. Stronza, nella maggior parte dei casi.

venerdì 3 ottobre 2008

Un guantone nel cuore

Mi sono fermata lungo la statale, ad osservare dalla rete le ragazzine correre sul prato e chiamare la palla. Alcune acerbe nei loro arti filiformi, ragnetti con le lentiggini e già qualche orecchino di Hello Kitty. Altre prosperose piccole donne in calzettoni e ghette, irrobustite ancora dalle protezioni da catch. Segni di dita nervose ed elastiche che odorano di terra e cipria, scatti di glutei sotto i primi perizoma che le mamme consentono, magari celati dalle magliettone della divisa. E riecheggia nelle mie orecchie l'urlo sovreccitato dell'allenatore a quel gesto di tirare la maglia verso le ginocchia che ripetevo così spesso e così goffamente. "Basta con il parachiappe, le divise non servono ad una sfilata di Gucci!!". Beata ironia maschile, beati primi vezzi femminili.

Che voglia che ho, di tornare a battere due colpi nel diamante...

12 commenti:

  1. Suppongo un linguaggio specifico di un deteminato sport! Confesso la mia totale ignoranza ma...ammetto di aver intravisto una vena poetica che non ti conoscevo! Complimenti!

    RispondiElimina
  2. non ci capisco nulla di questo sport...baseball no??? un bacio cara buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Sì è il baseball... c'ho giocato così a lungo che mi manca, è una nostalgia pungente che lancia stilettate ogni tot...

    RispondiElimina
  4. Vicino a casa mia c'è un campo... giuro... la squadra femminile del paesello dove vivo è in serie B, credo... Ti offro anche la mia stanza per dormire...

    RispondiElimina
  5. un bacio ..e cavoli di cavoli finalmente sei tornata!! :)

    RispondiElimina
  6. Che bella emozione rivedere se stesse nella spensieratezza delle ragazzine! A volte a me è capitato, passando per strada, di ascoltare dei discorsi da adolescenti in erba e di sentirle parlare del ragazzino che piace a una e cosa le ha detto all'uscita da scuola oppure di come fare a darsi bene la matita sugli occhi. Fantastico!! È come tornare ad avere 13 o 14 anni tutti di un colpo!..

    RispondiElimina
  7. pallavolo, questo è lo sport!
    e l' avevi un Charlie Brown per capitano?

    RispondiElimina
  8. ma che bello, sembra la scena di un film!!!Non è mai tardi per fare niente......riprovacikiss

    RispondiElimina
  9. ...che belle immagini...adoro lo sport puro, quello non ancora contaminato dal cancro degli interessi economici e politici, quello dove t'incazzi per un niente e sei felice anche per un niente!
    Le Donne e lo sport...Meravigliosi Contrasti!!!
    Sono stato Istruttore di Mini Basket...che spasso!!!
    Ti abbraccio forte... Baci...
    (la vetrina è di Oviesse...mi è piaciuta, anche se non era Armani!) Baci...

    RispondiElimina

dimmi, dai... anche se devi insultarmi o darmi della cretina...