Un po' (molto po') di me

La mia foto
Sono una wannabe-molte cose: giornalista, fotografa, animatrice, interprete, scrittrice, designer. O per meglio dire sono una WANTED TO, visto che ho scelto una carriera da creativa che mi ha portato al niente disoccupazionale. MA sono anche: figlia unica (e assenteista), moglie mutevole; riciclona seriale con tendenza compulsiva all'ammucchio negli angoli, amica leale, tendente alla puntualità cronica e alla lacrima+sigaretta, professionalmente impeccabile. Contraddittoria e mutevole. Cinica e creativa. Stronza, nella maggior parte dei casi.

giovedì 15 novembre 2012

Voglio postare come Chiara Ferragni


(non me ne vogliano le sue fans...)

Accendo Instagram (sì, anche le poracce™ come me riescono a tenere su un telefonino decentemente connesso, ma solo in wireless per carità, e ad affacciarsi sul mondo delle foto-facili).
Eccola.
Bionda, sorrisoni, zigomi alti,
denti perfetti e gambe lunghelunghe,
tutta firmata e sbrilluccicante.
Ogni tanto c'è anche quella bestiola che la accompagna sempre (il fidanzato). O l'altra bestiola cicciottina, quella a 4 zampe. Ma io non son buona coi cani, non so dire la razza.


Mi diverte spiare la sua vita piena zeppa di sfilate, presentazioni, lustrini. Mi fa sentire meglio la differenza tra la merda e la cioccolata, soprattutto di questi tempi in cui se la cioccolata costa meno è perchè c'è un po' di merda dentro. Ma mi chiedo. Come se lei non avesse mai, che ne so, un dolore di pancia dato dal ciclo (ma ce l'avrà il ciclo una così bionica?) o un jetlag, come se lei e il fidanzato non litigassero mai, come se non le girassero mai le palle di avere la paresi dal troppo sorridere. Come se. Mamma mia quanta roba finta. Finta e pagata per esserlo, forse no, non voglio chiedermelo con curiosità morbosa.

E su tutto aleggia lo spirito delle grandi firme. Pure la sua lo è: s'è fatta una collezione a sua immagine e somiglianza, scopiazzando qua e là (ma chi non lo fa, alla fine?). Wow, la grande icona della moda è passata dal semplice indossare al disegnare. Roba seria, mica il poliestere diffuso delle catene di abbigliamento per poracce™.

Ma solo io ci sento una nota di fastidio?
Vabbè, torno alle mie incazzature bollette cartellini da timbrare punti coop cyclette asse da stiro.

PS: e poi certa roba non me la metterei manco avessi il suo fisico. Cattivo gusto, forse solo sponsorizzazioni.

6 commenti:

  1. no, adesso mi devi spiegare come si fa ad ottenere il trade mark come carattere da tastiera!!!?!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una storia lunghissima tra me, l'html e l'ascii... ma vale anche copiaincollare dal mio, spudoratamente! :)

      Elimina
  2. vediamo...™.™.™.
    e vvai da domani in ogni post ci metto sto coso!!!
    mi manca solo il cerchio piccolo di copyright!

    RispondiElimina
  3. dio..mi fai morire...adoro i tuoi post..e il tuo modo ironico di scrivere..
    questo poi mi è piaciuto un sacco..quando puoi passa da me sul mio blog c'è in premio per te:)


    http://thecherrybombdiary.blogspot.it/2012/11/ops.html

    RispondiElimina

dimmi, dai... anche se devi insultarmi o darmi della cretina...